Riassunto del progetto

Il progetto Prosocial Values affronta la sfida dell’inclusione sociale e dell’educazione aiutando i bambini tra i 5 e i 15 anni ad apprendere i valori prosociali ed a sviluppare relazioni interpersonali positive, incoraggiando così la coesistenza sociale e le potenzialità personali in una società migliore. I mezzi attraverso i quali questo scopo verrà raggiunto sono la creazione di una comunità internazionale di scuole che cooperino nella promozione di attività a livello nazionale ed internazionale, un training specifico per gli insegnanti ed una serie di giochi educativi atti a coinvolgere gli alunni ed a stimolare le loro abilità prosociali. Durante il primo anno i partner si concentreranno sull’identificazione di una forte base teorica sulla prosocialità e sull’uso dei giochi con i bambini, così da avere una solida base teorica per lo sviluppo dei successivi outputs. La base di partenza del progetto si completerà con l’analisi dei bisogni degli insegnanti poiché essi saranno i primi promotori della community. Le loro conoscenze e le loro necessità nel campo dell’educazione alla prosocialità saranno raccolte ed analizzate così come tutte le attività già messe in pratica, con particolare attenzione all’aspetto ludico e alla possibilità di trasformare queste idee in nuovi giochi. I giochi educativi sulla prosocialità sono raccolti in un database. Verrà scritto uno specifico piano d’azione per sviluppare e rafforzare la ProSocial Values Community tenendo in considerazione le necessità nazionali e internazionali. Queste azioni creeranno una solida base per lo sviluppo di un corso di formazione per gli insegnanti responsabili a livello locale della Comunità. Come integrazione al corso di formazione (disponibile anche su piattaforma digitale) verrà sviluppato un gioco educativo online sulla prosocialità con diversi livelli di difficoltà. Una volta che gli insegnanti saranno formati sui metodi specifici per insegnare i valori prosociali, inizierà una fase di ricerca nella quale saranno valutati i miglioramenti nelle relazioni sociali delle scuole coinvolte. Due conferenze internazionali, seminari locali e 3 newsletter contribuiranno alla disseminazione dei risultati del progetto. Uno dei principali risultati previsti è la creazione di un community network denominato ” Nessuno Indietro” che è in fase di creazione e che ha già avuto l’adesione di 20 paesi del mondo.